fbpx

Prepararsi a ”reccare”: I 5 errori più frequenti.

La registrazione di una voce rimane, a nostro parere, uno dei processi più tecnicamente difficili nell’ambito della produzione musicale. Si tratta di risolvere, allo stesso tempo, diverse tipologie di difficoltà sia di natura tecnica e strumentale sia umane.
Esiste una differenza abissale rispetto alla registrazione di uno strumento: la voce è imprevedibile e, forse, il più complesso degli “strumenti musicali”.
Occorre tecnica, preparazione, riscaldamento e tranquillità per poter raggiungere risultati soddisfacenti: abbiamo chiesto ai nostri operatori di suggerirci delle linee guida da potervi consigliare per preparare al meglio una sessione di registrazione vocale. Il risultato è questa piccola lista degli errori più frequenti riscontrati con i nostri clienti ed i rispettivi consigli che vogliamo darti per non perdere il tuo tempo ed ottenere risultati soddisfacenti.

A COSA FARE ATTENZIONE PRIMA DI REGISTRARE

• TESTO

Sembrerà incredibile ma il testo non ricordato a memoria è di netto il primo errore nella nostra classifica. Una conoscenza perfetta di quello che si deve dire evita problemi di rumori generati dallo spostamento di arti, fogli, smartphone. Inoltre, nello sforzo di coordinazione tra cervello, orecchio e labbra evitiamo al primo organo di dovere pensare anche a dover leggere il testo e concentrarsi sui restanti sforzi.

• PREPARAZIONE ALLA REC

Chiariamoci subito: non siamo sicuramente dei calciatori di serie A che, per preparare una partita importante si chiudono in ritiro una settimana prima, ma è ovvio che la voce deve essere preparata e preservata prima di ogni impegno canoro. Occorre partire da una dieta priva di bevante gasate o eccessivamente zuccherine. Evitare di fumare per almeno 3 giorni prima della registrazione. Evitare in generale qualsiasi sforzo inutile alle nostre corde vocali per cui, prima di una rec, NON ANDARE ALLO STADIO!

• ESERCIZI DI RISCALDAMENTO

Togliamoci una volta per tutte dalla testa il “buono alla prima”. Quando si parla di canto o dizione occorre una preparazione meticolosa prima ancora di avvicinarsi al microfono. Almeno una mezz’ora di esercizi di vocalizzi o scansione di sillabe diventa fondamentale per ottenere risultati soddisfacenti.

• CONDIZIONE PSICOFISICA

È stato Jimi Hendrix a vendere milioni di dischi e, parallelamente, a condurre uno stile di vita dissoluto e da “poeta maledetto”. L’abuso di alcool nelle ore precedenti alla sessione di registrazione non ti farà diventare come lui stanne certo! Consigliamo a tutti i nostri clienti di affrontare le sessioni di registrazione in maniera sobria e professionale proprio per non andare a peggiorare la condizione generale psichica e commettere sempre meno errori.

Autore
Tags articolo

Certe cose succedono solo nella nostra newsletter

Novità, promozioni e tutte le notizie  direttamente nella tua mail !

Potrai disiscriverti in qualsiasi momento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: