fbpx

I 5 avvenimenti musicali del 2020

5 avvenimenti musicali che descrivano il 2020 sono davvero pochissimi per chi, come noi, vive nuove avventure giorno dopo giorno.

Quando ormai ce lo siamo lasciati definitivamente alle spalle, volgiamo fare un sunto di tutto quello che è stato il 2020 per noi di Nk Studio s.r.l. analizzando 5 avvenimenti musicali, a nostro avviso, simbolici.
Sicuramente siamo stati tutti, indipendentemente dal lavoro e dal luogo nel mondo in cui ci troviamo, testimoni di un evento straordinario che verrà analizzato in futuro sui libri di storia.
Una di quelle cose che hanno, come una guerra, effetti su tantissime attività che interessano il mondo e la società. Il compartimento dello showbusinness, quindi per riflesso della discografia stessa, hanno subito uno stop che non si era mai visto. In un mercato che ancora porta i segni di un’altra grandissima rivoluzione, ovvero quella del passaggio “dal fisico al cloud”, arriva questo fulmine a ciel sereno: in un colpo solo si ferma quello che era il ramo più proficuo della intera filiera. Quello dei concerti e grandi eventi costituisce, infatti, oltre l’80% degli introiti che “l’azienda artista” può maturare durante l’anno.

1- Morgan Vs. Bugo

Poco prima che la realtà diventasse una cosa mai vista prima, abbiamo assistito anche a questo. In un atmosfera surreale, sul più prestigioso palco d’Italia, si consuma questa “tragedia”: si scioglie live la coppia in gara formata dal veterano Morgan e dal new talent lombardo Bugo. Ad oggi non si riesce oggettivamente a capire se la situazione fosse stata costruita o meno, ma rimane impresso il livello alquanto avvilente con cui è stata, in quel caso, descritta la nostra “industria discografica”.

2- Bob Dylan cede i diritti a Universal

Una notizia che dimostra l’enorme voragine generata dallo stop totale di tutti gli eventi Live nel mondo. In un mercato, come quello discografico, nel quale il comparto eventi genera circa l’ 80% degli introiti che può maturare un artista (lo abbiamo detto più volte, come in QUESTO articolo) è iniziata questa “triste vendita” dei diritti di cataloghi che hanno fatto la storia della musica mondiale. Nomi enormi, come Bob Dylan, si trovano a dover cedere le loro opere alle Major per “sbarcare il lunario”. 

Speciale BeatREC base static story.001

Cifre astronomiche? Non sappiamo come poter dare valore a qualcosa che, oltre a generare nel tempo tantissime royalties, ha soprattutto regalato emozioni a milioni di esseri umani. Ci troviamo, per l’ennesima volta in pochissimo tempo, davanti ad una piccola rivoluzione del mercato musicale post moderno che avrà sicuramente ripercussioni nei prossimi anni.

3- La protesta dei Bauli

È stato una sorta di funerale del compartimento spettacolo, quello organizzato lo scorso ottobre in Piazza Duomo a Milano. I Bauli in Piazza (così si sono voluti chiamare gli organizzatori della manifestazione) hanno scaricato letteralmente 570 bauli utilizzati per trasportare gli oggetti di scena e di palco e scandendo una marcia ritmica in un’atmosfera surreale e triste allo stesso tempo. Bauli in piazzaÈ come un’ immagine che solo la storia, tra qualche anno, potrà davvero apprezzare con uno sguardo generale e oggettivo sull’intera vicenda. 
Per noi che invece questa realtà la stiamo vivendo, ad ora il futuro rimane molto incerto; non si sa con certezza quando la macchina potrà essere riavviata per cui, l’intera industria subisce un rallentamento che sicuramente penalizza le realtà più piccole, come sempre.

4- Muore Ennio Morricone

Un punto di riferimento moderno nella musica. Un Maestro, Compositore, Artista ci lascia. Se ne va Ennio Morricone all’età di 92 anni. Diplomatosi prima in tromba, poi in composizione al Conservatorio, il maestro colleziona nella sua carriera più di 500 colonne sonore, oltre 60 delle quali premiate a livello internazionale. Spazia in qualsiasi genere a sua disposizione; possiamo dire con certezza che “da il suono agli anni ’60 italiani” partecipando attivamente alla composizione di tantissime hits di quel tempo (parecchie delle quali del celebre Edoardo Vianello).

La sua fama a livello mondiale, arriva però dall’aver musicato praticamente tutti i film più importanti del genere Western Americano. La sua fama negli States è stata riconosciuta sin dalle prime pellicole. Si è spento serenamente dopo una vita all’insegna della musica un Maestro assoluto che verrà sicuramente ricordato nelle antologie di Storia della Musica negli anni avvenire.

5- Spotify presenta "Discovery Mode"

Chiudiamo con un’ altra notizia che farà molto parlare l’intera industria: è recente infatti l’annuncio da parte di Spotify di voler lanciare un nuovo modo di promuovere, da parte degli artisti e delle etichette, la propria musica sulla piattaforma. “Discovery”, sembra, darà precedenza o aiuto nella promozione degli artisti che, scegliendo questa opzione, rinunceranno a parte delle future royalties di quei brani.
Insomma “guadagni di meno ma aumenti le probabilità di essere notato”. Il trend per cui, pian piano, si abitua il mercato a valorizzare in maniera differente (e sicuramente peggiore) il prodotto discografico, sembra non arrestarsi dunque. 

Prenota ora

Tutto questo porta ancora di più la forbice a stringersi attorno all’industria discografica vera e propria: siamo in attesa di rivedere il sole e ci lasciamo alle spalle un anno particolare, sempre con la positività che mettiamo in campo ogni volta che facciamo, tutti insieme, arte.

Vogliamo continuare ad essere positivi ed andare avanti: per questo, vogliamo augurare a tutti voi che ci leggete un felice Anno Nuovo di lavoro, salute, gioia.

 

Auguri da Nk Studio!

Condividi questo articolo! Ci aiuterai ad espandere la nostra community
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Autore
Tags articolo

Lascia un commento

Commenti recenti
    Potrebbe interessarti anche...

    Certe cose succedono solo nella nostra newsletter

    Novità, promozioni e tutte le notizie  direttamente nella tua mail !

    Potrai disiscriverti in qualsiasi momento

    Richiedi un preventivo