fbpx

3 artisti liguri degni di Nota (pt.2)

Secondo appuntamento con la rubrica dedicata ai 3 artisti che si sono distinti nel panorama nazionale ed internazionale diventando degni di nota.

Il primo giorno del nuovo anno si apre con la nostra nuova rubrica dedicata a tre artisti, o progetti discografici, che si sono distinti in Italia e all’estero: tutti partiti dalla nostra splendida Regione. Siccome arriviamo dalla notte di San Silvestro, fatta di brindisi e musica dance

DOUBLE YOU

Double you

Il gruppo nasce a La Spezia, quando William Naraine (cantante), Franco Amato (musicista), Andrea De Antoni (DJ) e Riccardo Bronzi (deejay, che lascerà il gruppo al termine delle registrazioni del singolo Please Don’t Go) iniziano la loro collaborazione artistica. Il successo è imminente quando i quattro ragazzi incontrano nel 1991 il produttore discografico Roberto Zanetti. Nel gennaio del 1992 esce il primo singolo Please Don’t Go, con il quale i Double You (rimasti in tre) iniziano una tournée, che li porterà a girare mezza Europa. La canzone è una cover di un successo di KC and the Sunshine Band del 1980. Con 3 milioni di copie vendute, Please Don’t Go si aggiudica il disco d’oro e di platino in diversi paesi.

 

Il successo mondiale arriva con l’uscita del secondo singolo We All Need Love, nel giugno del 1992. Esce il primo album We All Need Love, che contiene altri 2 singoli di successo, Who’s Fooling Who e With Or Without You. Double You è il gruppo di musica dance più famoso del momento, e viene ospitato nei programmi televisivi di tutto il mondo. Prima di Natale esce la canzone Why (Let’s Make It Christmas). Nel 1993 escono i singoli Missing You e Part-Time Lover, quest’ultimo cantato in coppia con Alexia.
Nel 2000 i Double You si sciolgono, ma prima rilasciano un ultimo singolo Music (Is The Answer). Nello stesso anno in Brasile esce un secondo album raccolta, Pèrolas. Naraine continua a cantare come solista, mantenendo il nome d’arte di Double You. Nel 2001 solo per il mercato brasiliano esce l’album Studio Live, una raccolta di vecchi successi in versione remix con l’aggiunta del singolo promozionale Dance Anymore. Nel 2002 escono i brani Message In A Bottle (in collaborazione con T-Factory) e I’ll Be Over You (in collaborazione con Love Solution). Nel luglio del 2003 esce Everything I Do, a questo singolo segue una nuova tournée nelle principali città brasiliane.
(fonte Wikipedia)

SABRINA SALERNO

Sabrina Salerno

Artista genovese scoperta da Claudio Cecchetto, è divenuta celebre negli anni ottanta come cantante di genere Italo disco, suscitando interesse anche per le sue misure da pin-up, ed ottenendo un grande successo in tutta Europa grazie agli album SabrinaSuper Sabrina e Over The Pop e ai singoli Sexy Girl e Boys (Summertime Love); quest’ultimo in particolare raggiunse la terza posizione della classifica britannica, rendendo la Salerno tra i pochi italiani ad essere riusciti a entrare tra le prime posizioni.Ha proseguito la sua carriera incidendo diversi album, e partecipando ad alcuni film e spettacoli teatrali e televisivi.Ha venduto in totale circa 20 milioni di dischi, risultando tra gli artisti italiani di maggior successo.Nel 1987 pubblicò l’album d’esordio Sabrina, che oltre al primo singolo Sexy Girl, conteneva nuovi brani e cover che riscossero successo internazionale, prima su tutte Boys (Summertime Love), che conquistò la terza posizione della classifica britannica, trovandosi in classifica preceduta solo da Michael Jackson e Madonna. Questo singolo ottenne particolare successo in tutta Europa, piazzandosi ai primi posti delle classifiche di paesi come SvizzeraFranciaSpagnaGermaniaNorvegiaAustralia e Italia

Nel 1988 uscì il secondo album, Super Sabrina che ottenne un ottimo riscontro commerciale a livello europeo entrando in diverse classifiche. L’album conteneva diversi singoli di successo come All of Me (Boy Oh Boy), realizzata da Stock, Aitken & Waterman (produttori della dance inglese dell’epoca, anche di Kylie MinogueDonna Summer, Rick Astley e Samantha Fox), My Chico e Funky Girl. Con My Chico al Festivalbar 1988 venne premiata come Migliore Cantante Europea dell’anno. Infatti, anche con questo singolo (prodotto da Moratto), ottiene un grande successo in diversi paesi europei, e in Italia arriva alla prima posizione della classifica dei singoli più venduti. Sempre nello stesso anno uscì un altro brano di successo, Like a Yo-Yo, prodotto da Giorgio Moroder.

Sabrina Salerno Wikipedia

RICCHI E POVERI

Ricchi e poveri

L’ultimo gruppo di questo episodio è, senza ombra di dubbio, un pilastro della discografia italiana. Si forma a Genova nel 1967 e, per oltre 20 anni cavalca le classifiche nazionali ed internazionali. Hanno rappresentato il nostro paese all’ Eurovision Song Contest del 1978 e sono, ad ora, il secondo gruppo italiano ad aver venduto più disco alle spalle “solamente” dei Pooh.
Il gruppo, poi ridottosi a un trio, successivamente a un duo e ritornato alla formazione originaria in occasione del Festival di Sanremo 2020, nasce come quartetto polifonico, formato da due voci maschili e due voci femminili, secondo la tradizione dei gruppi vocali statunitensi. Nella formazione iniziale, tre componenti su quattro sono di origini genovesi. I membri originari sono infatti: Franco Gatti (Genova, 4 ottobre 1942); Angela Brambati (Genova, 20 ottobre 1947); Marina Occhiena (Genova, 19 marzo 1950); e il sardo Angelo Sotgiu (Trinità d’Agultu, 22 febbraio 1946), nato in provincia di Sassari e trasferitosi con la famiglia nel capoluogo ligure all’età di sedici mesi.

Nel 1970 partecipano per la prima volta al Festival della canzone italiana di Sanremo prendendo, una settimana prima dell’inizio del festival il posto di Gianni Morandi (che non aveva gradito il brano) e arrivando secondi cantando, in coppia con Nicola Di Bari, la canzone La prima cosa bella, il loro primo vero successo, contenuto nell’album che porta il nome del gruppo, Ricchi e Poveri, realizzato per l’etichetta di Edoardo Vianello, l’Apollo Records.
Nel 1971 prendono di nuovo parte al Festival di Sanremo, classificandosi nuovamente secondi con Che sarà, interpretata in abbinamento con José Feliciano. Il pezzo diventa un loro cavallo di battaglia e, oltretutto, viene considerato un classico della canzone italiana nel mondo. A tale brano, però, è legata una vicenda riguardante il cantautore Jimmy Fontana, ideatore del pezzo. Infatti, egli aveva l’obiettivo di presentarlo a Sanremo gareggiando in coppia con il collega Feliciano.
Come per tutti gli altri artisti di cui parliamo nella nostra rubrica, la storia dei Ricchi e Poveri è ricca di tanti momenti, dissapori, soddisfazioni e non. Vi invitiamo quindi ad approfondire la loro storia su Wikipedia.

Anche per oggi, dalla terra del pesto, è tutto! Restate sintonizzati per un nuovo episodio della nostra rubrica e Buon 2021 a tutti!

Condividi questo articolo! Ci aiuterai ad espandere la nostra community
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Autore
Tags articolo

Lascia un commento

Commenti recenti
    Potrebbe interessarti anche...

    Certe cose succedono solo nella nostra newsletter

    Novità, promozioni e tutte le notizie  direttamente nella tua mail !

    Potrai disiscriverti in qualsiasi momento

    Richiedi un preventivo